Le origini del gruppo

La storia del marchio Autoservizi Cerella comincia poco prima della seconda guerra mondiale, quando l’intuizione di tre fratelli si trasforma in una piccola impresa di trasporto merci nella zona del Vastese: passione e dedizione spingono la famiglia a occuparsi di ogni dettaglio dando vita a una realtà di grande interesse. La pausa imposta dal conflitto internazionale non frena le ambizioni del progetto, che riparte in tempo di pace ampliandosi con il trasporto di passeggeri dapprima nella zona del Vastese, per poi interessare Abruzzo, Molise, Lazio e Campania.

storia-percorso

Uno sviluppo costante

La crescita continua di Autoservizi Cerella culmina negli anni ’60, quando l’azienda subentra alla Sai come concessionaria nella gestione di tre autolinee in Campania e Molise. Con l’acquisizione dell’azienda Rossi nel 1983 si arriva a una doppia valenza del marchio Cerella: Cerella Snc gestisce alcune concessioni regionali in Abruzzo, mentre Cerella Sas gestisce concessioni regionali in Abruzzo, Molise e Campania, oltre ad alcune concessioni di competenza dello Stato che effettuano collegamenti Vasto-Roma e Vasto-Napoli. I successi proseguono anno dopo anno, portando nel 2001 alla fusione per incorporazione della Snc nella Sas, mentre nel 2004 la società si trasforma in srl.

Nello stesso anno Autoservizi Cerella entra a far parte del grande Gruppo Arpa che acquisisce l’85% delle sue quote, rafforzando la posizione dell’azienda sul territorio grazie alla gestione complessiva di 24 autolinee, di cui 21 in Abruzzo e una linea ministeriale per Napoli che nel periodo estivo viene prolungata fino a Salerno, con percorrenza annua di circa 550.000 chilometri. Il 2010 porta un rinnovamento strutturale, che vede la costituzione di un’associazione temporanea di imprese operanti con vettori nel territorio del Vastese e nell’area Molisana, nell’ottica di una migliore gestione delle linee ministeriali.